imagealt

ESPLOR…AZIONE!

 

Concorso BIM TRONTO: Premio Antonio Forlini “La scuola che vorremmo”
 

Quest’anno gli alunni della 4C della Primaria B. Croce hanno concluso l’anno scolastico con un evento speciale. Lo scorso venerdì, ultimo giorno di scuola per i bambini del tempo pieno, alla presenza della Preside del nostro istituto, del Presidente del BIM TRONTO, del Sindaco e del Vice-Sindaco di Monteprandone, gli alunni sono stati premiati nel giardino della nostra scuola, per essersi classificati al secondo posto nel concorso “La scuola che vorremmo” (sezione “efficacia del messaggio”).

La classe ha partecipato con un lavoro dal titolo “Esplor…azione”, prodotto in seguito ad un percorso ludico-didattico svolto nell’arco del corrente anno scolastico 2020-21.

Durante le ore di arte e immagine e di italiano, di pari passo con la progettazione annuale delle suddette discipline, abbiamo trattato il tema promosso dal concorso, “La scuola che vorremmo”, dando spazio alla produzione scritta del testo narrativo e alla rappresentazione grafico-pittorica del racconto. Con l’utilizzo del linguaggio dei fumetti, siamo riusciti a dare voce ai vari personaggi.

In principio l’argomento è stato al centro di numerose conversazioni nate anche spontaneamente durante la giornata scolastica. Gli spunti per prendere in considerazione le criticità della scuola di oggi non sono mancati, soprattutto in questo periodo di restrizioni a causa dello stato di emergenza per via della pandemia.

Le idee dei bambini si sono poi trasformate in narrazione, in seguito alla visione di vari filmati dedicati a quattro grandi maestri italiani della didattica, ovvero Maria Montessori, Don Lorenzo Milani, Alberto Manzi e Mario Lodi, alcuni dei quali la classe conosceva soltanto in veste di autori di racconti letti a scuola.

Dopo aver scritto un testo personale sui cambiamenti che avrebbero proposto per una scuola migliore, gli alunni si sono confrontati di nuovo tra loro, alla luce di quanto avevano apprezzato nelle metodologie didattiche e nelle strutture scolastiche osservate nei documentari visionati.

Successivamente hanno disegnato ciò che ritenevano indispensabile e interessante avere all’interno della scuola e di lì a poco è nata l’idea di “Esplor…azione”.

I bambini hanno ideato quattro avventure a fumetti per viaggiare nel passato, “visto che le gite nel presente non si possono fare…” ha detto un alunno durante l’attività.

Terminata la narrazione e la rappresentazione grafica, oltre all’elaborato finale cartaceo (un librone contenente il racconto illustrato dai bambini e corredato da testo in Braille a fronte) gli alunni hanno avuto il desiderio di interpretare la storia e da qui abbiamo creato anche la versione audiovisiva.

È stata un’esperienza molto significativa e l’intera classe ha partecipato con motivazione e impegno.

Si ringraziano innanzitutto i bambini della 4C che si sono impegnati in maniera proficua e hanno cooperato con entusiasmo per uno scopo comune, malgrado le regole di distanziamento anticovid; l’intero team docente della classe per aver sostenuto gli alunni in questo percorso, in particolare Manuela Gabrielli, Francesca D’agostino e l’alunna Gioia Ficetola per aver contribuito a conferire un valore aggiunto all’elaborato con la stesura del testo a fronte in Braille, Giovanna Ricci per aver collaborato alla parte conclusiva del video e Sara Amadio per averne curato il montaggio.

Si ringrazia infine il Bim Tronto per averci offerto la possibilità di affrontare questo tema così importante per la formazione dei cittadini di domani e chissà…magari anche dei futuri maestri e…ministri dell’istruzione!

Ins. Referente del concorso “La scuola che vorremmo” e Coordinatrice della 4a C

Paola Di Pancrazio

Pubblicata il 14-06-2021